La Tagliata superiore di Civezzano Obere Strassensperre

L’Articolo e le fotografie sono di Daniele Cristofolini, 2020.

Percorrendo l’antica Strada Imperiale che da Civezzano porta a Trento, si passa obbligatoriamente attraverso l’arco della tagliata di Civezzano. Costruita tra il 1869 ed il 1872, l’opera fa parte del complesso fortificato di Civezzano che controllava la gola del Fersina. 

Motto: Dio con noi. Fotografia di Daniele Cristofolini, 2020.

La realizzazione delle opere permanenti, fu decisa dal generale Kuhn nel corso della terza guerra d’indipendenza del 1866, in seguito all’avanzata del generale Italiano Medici in Valsugana. La progettazione dell’intero sbarramento, fu merito del colonnello Daniel von Salis-Solio direttore del genio militare di Trento, la gara d’appalto venne vinta dall’imprenditore Francesco Ranzi. Nonostante il lavoro si dimostrasse di difficile esecuzione, la costruzione proseguì con velocità e malgrado vi lavorassero dai 400 ai 500 uomini, non ci furono infortuni.

Fotografia di Daniele Cristofolini, 2020.

La Tagliata superiore è una delle opere meglio conservate della fortezza di Trento, al suo interno sono ben visibili le scritte dei gradi di alzo dei pezzi d’artiglieria e due motti in caratteri gotici lasciati dai militari dell’epoca. Il Forte è l’unico esempio integro, di una tipologia di fortificazione di transizione, tra le opere casematte a fronte scoperto e le più tarde fortezze corazzate dello stile Vogl.La tagliata con due grandi cannoniere è articolata su un solo piano e progettata per ospitare una guarnigione di 2 ufficiali e 45 tra sottufficiali e soldati. Nel 1915 con l’entrata in guerra dell’Italia, la batteria di cannoni fu disarmata, la tagliata venne adattata al fine di diventare un caposaldo di fanteria.

Il forte dall’esterno. Fotografia di Daniele Cristofolini, 2020.
Gradi di alzo del pezzo di artiglieria. Fotografia di Daniele Cristofolini, 2020.

Oggi il forte è gestito dal Comune di Civezzano ed è aperto al pubblico come spazio per mostre ed eventi culturali. 

Fonti e referenze fotografiche

Bibliografia:

  • “Festung Trient”,Stefano Pinotti, Persico Edizioni.
  • “Il Calisio e la Grande Guerra”, Volker Jeschkeit, Curcu e Genovese, 2008 Trento.
  • “Memorie in divisa”, Nicola Fontana, Società di Studi Trentini di Scienze Storiche, Museo storico Italiano della guerra 2017.

Sitografia

Fotografia di Daniele Cristofolini, 2020.
Fotografia di Daniele Cristofolini, 2020.

Pubblicato da Daniele Cristofolini

Studente di studi internazionali all’università di Trento. Il suo contributo a Trentino History riguarderà in particolare la Grande Guerra. Nel tempo libero, oltre a divorare libri di storia locale, colleziona anche cimeli e cartoline d’epoca.